Polpette di Panettone

2 gennaio 2019 | commenti: Commenta per primo |

Sono quasi finite le vacanze natalizie e vorreste iniziare il nuovo anno cominciando a mangiar sano, ma la vostra casa è piena di dolci?

Noi vi proponiamo questa semplice ricetta per riciclare il panettone e usarlo in una maniera gustosa e originale.
Il dolce del panettone e dell’uvetta verrà smorzato dal sapore sapido del grana e della carne, creando un  accoppiamento armonioso che vi conquisterà.

© Barbara Donzella

Polpette di panettone

Ingredienti

  • 300 g. di macinato di vitello
  • 3 fette di panettone
  • 1 uovo
  • 4 cucchiai di grana grattuggiato
  • 1 bicchiere di latte
  • sale q.b.
  • un pizzico di pepe

Procedimento

Mettete ad ammorbire in una ciotola il latte con una fetta di panettone (togliete i canditi, ma lasciate l’uvetta). Dopo un paio di minuti strizzate le fette e sbriciolatele in una coppa dove avrete messo il macinato, l’uovo, sale, pepe e il grana.

© Barbara Donzella

Amalgamate bene fino ad ottenere un composto uniforme. Tostate le fette di panettone rimaste in forno a 175° per 10/15 minuti e poi passatele nel robot da cucina, sminuzzandole fino ad ottenere un composto grossolano simile a pangrattato (se non avete il robot, potete usare un macinino da caffè o per le spezie).

Con le mani leggermente bagnate create delle polpettine e impanatele nel composto di panettone.

© Barbara Donzella

Cuocetele in padella, in olio caldo, per circa 5 minuti, oppure se preferite una cottura meno pesante, potete farle al forno.

Se optate per questa soluzione, accendete il forno a 175° , mettete in una teglia un foglio di carta da forno e posizionate le vostre polpette. Spennellate con un pochino d’olio e cuocetele per circa 20 minuti, girandole a metà cottura.

Lasciatele raffreddare leggermente.

Se volete, accompagnatele con una composta, magari di arance e… Buon Appetito!

© Barbara Donzella

Idea e testo Barbara Donzella

 

Muffin segnaposto zenzero e cannella

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.