Premio Campiello 2019

13 settembre 2019 | commenti: Commenta per primo |

Premio Campiello, una lunga tradizione

Il Premio Campiello ha alle spalle una lunga storia; iniziato nel 1963 oggi è arrivato alla 57esima edizione.

Non è solo un evento, è un percorso che comincia con la scelta dei cinque finalisti che poi presentano i loro libri, a quel punto la giuria popolare è libera di esprimersi e decretare ufficialmente il vincitore o la vincitrice.

Prevista il 14 settembre la premiazione per quella che ormai è una delle più importanti rassegne editoriali in Italia. E la cinquina dei finalisti ogni anno è sempre composta da libri che sono molto letti e amati dai bibliofili e non solo.

AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE:

Andrea Tarabbia è il vincitore del Premio Campiello 2019

Lo scrittore saronnese ha vinto il premio con “Madrigale senza suono” (Bollati Boringhieri)

La cinquina in corsa per il Premio Campiello

La scelta del vincitore quest’anno sarà tra: Laura Pariani, “Il gioco di Santa Oca” (La nave di Teseo), Paolo Colagrande, “La vita dispari” (Einaudi), Giulio Cavalli, “Carnaio” (Fandango), Francesco Pecoraro, “Lo stradone” (Ponte alle Grazie), e Andrea Tarabbia, “Madrigale senza suono” (Bollati Boringhieri).

Questi sono davvero titoli che hanno una storia da raccontare, che aprono la mente e il cuore. E il Premio Campiello vuole puntare i riflettori anche sulla comunità di San Patrignano per spingere i ragazzi che sono ospiti a mettere tutta la loro creatività nella scrittura per lasciasi il passato alla spalle e ricominciare a vivere.

5 storie scelte quasi con un fil rouge

Leggere e scrivere sono due attività che fanno bene alla mente e al cuore questo gli organizzatori del Premio Campiello l’hanno capito benissimo e per questo hanno selezionato nella cinquina dei semifinalisti dei libri che hanno appunto una storia da raccontare, hanno qualcosa da dire e ci trasmettono dei valori profondi.

In tutti i suoi 57 anni di storia il Premio Campiello è riuscito a veicolare messaggi chiari e precisi attraverso i libri che sono arrivati nella cinquina dei finalisti, un lavoro enorme e difficile quello di selezionare gli scritti che potrebbero essere vincenti ma alla fine arriva la gratificazione di leggere dei piccoli e grandi capolavori che sanno entusiasmarci, commuoverci, ci fanno riflettere, ci attirano con storie mai banali e dense di significato.

di Valeria Fraquelli

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Forse potrebbe interessarti la nostra rubrica di Cultura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.