Risotto ai cachi

5 dicembre 2018 | commenti: Commenta per primo |

Risotto ai cachi mantecato al cacio fiore e germogli di barbabietole

 Un risotto davvero particolare per uno dei frutti tipici del periodo autunnale.

Risotto con i cachi, un primo piatto autunnale ricco di proprietà benefiche per la salute.

L’Aceto di Melograno biologico si contraddistingue per il suo gusto acidulo intensamente fruttato, e per la ricchezza di acido acetico, una sostanza naturale che favorisce la buona digestione e dona a questo piatto un sapore unico, un contrasto tra il dolce dei cachi e la sapidità del formaggio cacio fiore.

Cosa ci serve per quattro persone

320 g di riso carnaroli

20 g di scalogno

300 g di polpa di cachi

40 g di formaggio cacio fiore

30 g di parmigiano grattugiato

30 g di burro freddo

Zucchero di canna

Qualche goccia di aceto bio di melograna

Brodo vegetale

Germogli di barbabietole

Olio extravergine di oliva

sale

Mettiamoci al lavoro

Tritate lo scalogno, scaldate l’olio in una casseruola e fate appassire a fuoco dolce per qualche minuto.

Aumentate la fiamma, aggiungete il riso, fatelo tostare, aggiungete il sale e il brodo vegetale poco alla volta.

Tagliate i cachi a metà, eliminate il picciolo, la buccia, estraete la polpa con un cucchiaio e fatela caramellare in una casseruola, aggiungendo, lo zucchero di canna e un pò di aceto di melograno, fate appassire per qualche minuto e frullate il tutto fino ad ottenere una crema omogene.

Portate a cottura il riso (dovrà essere abbastanza asciutto), mescolando ogni tanto e aggiungendo il brodo vegetale se è necessario.

Aggiungete la crema di cachi, mescolate bene e spegnete il fuoco.

Completate la mantecatura del riso con il burro freddo, il cacio fiore e parmigiano grattugiato.

Servite il risotto completando con germogli di barbabietola rossa.

 

Ricetta dello Chef Davide Sagliocco

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.