Ristrutturazione del bagno

20 febbraio 2019 | commenti: Commenta per primo |

Relooking o Ristrutturazione del bagno

Tra le prime cose da considerare per avere un’idea dell’impegno economico e di tempo dei lavori, sono le condizioni dello stato di fatto del vostro bagno: ha bisogno di rifiniture a livello estetico o ci sono interventi importanti a livello idraulico?

Nel primo caso possono bastare un paio di giorni, mentre nel secondo la durata dei lavori può essere stimata a partire da una settimana. Ad ogni modo è importante che la ristrutturazione avvenga cercando di ridurre al minimo i disagi degli abitanti della casa. Tuttavia non dimenticate che son pur sempre lavorazioni, quindi è impensabile che rumori e polvere non vengano considerate!

Caso della ristrutturazione

Ipotizziamo la peggiore delle ipotesi, quella in cui i lavori interesseranno l’intero bagno: massetto, impianto idraulico, impianto elettrico, rifacimento dell’intonaco, posa del pavimento, delle piastrelle, dei sanitari e tinteggiatura delle pareti e del soffitto. In questo caso, cosa ci aspetta e a che tipo di spese potremmo andare incontro?

Costi di ristrutturazione: quanto costa e cosa ci aspetta

Proprio per la grande quantità di variabili, un preventivo per la ristrutturazione di un bagno può variare molto, sia per l’entità dei lavori sia per i materiali scelti. La spesa media si aggira dai 3500 agli 8000 euro. Tuttavia non c’è un vero e proprio limite alla cifra da spendere, qualora si optasse per soluzioni sempre più avanzate di comfort e tecnologia o per arredi dal design stellato. Generalmente ad incidere sui costi della ristrutturazione sono le dimensioni del bagno, le piastrelle scelte per pavimento e pareti, il materiale e il modello dei sanitari, eventuali soluzioni o richieste personali. Tuttavia è importante mettere sempre in conto possibili costi aggiuntivi dovuti all’insorgere di possibili problematiche impreviste durante il corso dei lavori ed impossibili da calcolare in anticipo. Quindi è sempre importante creare un preventivo il più dettagliato possibile.

Consigli per la ristrutturazione

Un’attenta pianificazione è essenziale per garantire il buon andamento dei lavori. Quindi il mio primo consiglio è di partire sempre da una progettazione che possa coniugare le vostre esigenze e i vostri desideri con funzionalità, e spazio e budget disponibili.

Il secondo è: mai perdere di vista la funzionalità di un ambiente a favore dell’estetica. Questo perché nel tempo potreste pentirvi della scelta fatta e probabilmente trovarvi a dover mettere nuovamente mano al vostro bagno, che, sicuramente bellissimo, potrebbe non permettervi di muovervi al suo interno comodamente o di non avere spazi a sufficienza, che, fidatevi, fanno sempre comodo!

Il terzo: la scelta dei materiali, che pure va effettuata considerando la funzionalità ed estetica sulla base delle esigenze e delle abitudini personali.

Il quarto: una volta approvata la progettazione e verificate le esigenze e le abitudini personali, consiglio di procedere con l’ordinazione dei materiali in modo da iniziare i lavori, avendo già a disposizione più o meno tutto l’occorrente!

Se si vogliono abbattere un po’ i costi, si può pensare di non sostituire le piastrelle del pavimento, ma di applicarne sopra delle nuove. In questo caso si perderanno alcuni cm nelle misure verticali della stanza e potrebbero dover essere rifilate le porte, ma si risparmierebbero i costi per la demolizione e il rifacimento del massetto.

 

Rinnovare senza ristrutturare

Tuttavia è possibile rinnovare un bagno, senza incombere in una vera e propria ristrutturazione, risparmiando così tempo e budget. Investendo sui colori, sull’arredo e sulla scelta di alcuni materiali specifici è possibile dare un nuovo aspetto e ottenere risultati notevoli senza interventi edilizi.

Ecco alcuni consigli

Utilizzare la resina per rivestire le pareti: se fino a qualche tempo fa erano le piastrelle le vere protagoniste, oggi esistono diversi materiali che possono conferire un nuovo aspetto agli ambienti. Con la resina ad esempio si può rivestire completamente un bagno dal pavimento al soffitto creando un effetto di continuità e trasformando completamente l’ambiente, grazie alla varietà di colorazioni e agli effetti che è possibile ottenere utilizzando questo materiale. Tuttavia bisogna fare molta attenzione alla posa, perché una lavorazione imperfetta o poco esperta potrebbe in alcuni casi, come ad esempio in ambienti umidi creare problemi di rigonfiamento.

Microtopping

E’ possibile rivestire le vecchie piastrelle e avere un bagno completamente rinnovato e di design con superfici continue e senza fughe, senza fare tanto rumore né tanta polvere. Esteticamente simile alla resina, il microtopping è un microcemento con uno spessore finale di soli 3mm. Può rivestire qualsiasi superficie: pavimenti, pareti, arredi e perfino il legno, se applicato da manodopera molto competente.

Dipingere le piastrelle

Chi vuole dare semplicemente una rinfrescata e un cambio look meno impattivo può scegliere di dipingere le piastrelle con uno smalto. Il colore andrà scelto in base all’arredamento, allo stile e alle dimensioni del bagno. Ad esempio in un bagno lungo e stretto il bianco regalerà un tocco di eleganza ed una maggiore ampiezza alla stanza. Per chi volesse seguire le ultime tendenze, può optare per la vasta gamma delle colorazioni delle terre.

Posare la carta impermeabile

Soluzione decisamente di tendenza potrebbe essere quella di utilizzare carta da parati nelle versione impermeabile ed anti – umidità.

Cambiare lo specchio sul lavabo

Per conferire un tocco personale o per cambiare stile, senza spendere un capitale, si può procedere con la scelta di alcuni complementi di arredo. Gli specchi alleggeriscono la stanza e a aumentano visivamente lo spazio. Per rinnovare un bagno si può cambiare lo specchio sopra il lavabo, sostituendolo con uno dalla forma o dallo spessore differente.

Sostituire i punti luce

Anche il ruolo delle luci può rivelarsi decisivo per il relooking di un ambiente. Per creare un’atmosfera intima si può optare per lampade a luce calda. Sicuramente dovrà esserci una luce frontale e diffusa nella zona dello specchio sul lavabo. A seconda dello stile e dell’atmosfera che si intende ricreare, è possibile utilizzare applique, lampadari, luci a sospensione e/o ad incasso.

Scegliere nuovi accessori

Infine la cosa più facile e veloce da fare per dare un nuovo aspetto al proprio bagno, è cambiare gli accessori a partire dai tessili: asciugamani, tappeti, tendaggi, fino all’oggettistica: portasapone, portaspazzolini, contenitori per ovatta, scopino del wc. Consiglio anche la sostituzione dei pomelli, nell’eventualità che nei vostri bagni ci siano mobili con sportellature.

Chiunque desiderasse ristrutturare o rinnovare il look del proprio bagno, può contattarmi al mio indirizzo: creativaseriale@gmail.com o al numero +39. 335 649 49 85.

Per tutti i lettori primo sopralluogo e preventivo sono gratuiti.

di Alessandra Lino, Architetto

Creativa seriale

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.