RomaOstia 2018 domenica 11 marzo

7 marzo 2018 | commenti: Commenta per primo |

RomaOstia 2018

romaostia 2018RomaOstia 2018 e pensi subito all’odore del mare quando si taglia il traguardo. Ma non è proprio una passeggiata, quella si affronta nella mezza maratona più partecipata d’Italia. Tra le gare di marzo è la più attesa senza dubbio, c’è chi ci si prepara tutto l’anno e ne ha ben donde. Villaggio dell’organizzazione, quest’anno denominato “Casa Huawei RomaOstia”, al Salone delle Fontane dell’Eur da giovedì 8 marzo alle 15.

Sì perché i 21,097 km verso il mare di Roma procedono lungo un percorso tecnicamente idoneo a belle prestazioni, sia in termini tecniche che di prestazione, ma alcuni punti possono risultare decisamente critici per atleti allenati quanto per amatori al primo tentativo.

Lo scorso anno l’Africa ha dominato la RomaOstia 2018 HalfMarathon con le vittorie dell’etiope Guye Adola in 59’18’’ e nella classifica femminile di Gladys Cherono (Kenia) in 1h07’01’’. Puntate al record della competizione? Allora bisogna puntare ai kenioti vincitori nel 2016 Yego Solomon Kirwa – 58’44” e nel 2012 Kiplagat Florence Jebet  1h06’38”

Questi i tempi da battere per chi corre per la vittoria, ma per gli altri migliaia l’obiettivo è semplicemente arrivare al traguardo con il sorriso pronto per le foto di rito, che naturalmente troverete sulle nostre pagine nei giorni successivi.

E quest’anno si punta a quota 10mila, perché lo scorso anno sono giunti al traguardo finale in 9.976! Forza, quest’anno si parte in 11.493, un piccolo sforzo lungo la Colombo, che nessuno abbandoni!

Per darvi una mano quindi, studiamo insieme il percorso e quello che vi aspetta.

percorso romaostia 2018

Solita partenza, 9.15, dalla Via Cristoforo Colombo e quindi prima suggestione con l’attraversamento del Laghetto dell’Eur. Si gira quindi a sinistra per Viale Europa, la via dello shopping, fin verso la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, che apparirà sullo sfondo. Al termine di Viale Europa, curva a sinistra per Viale Tupini e quindi si presogue per Via dei Primati Sportivi fino ad arrivare a Via dell’Oceano Pacifico.

Da qui, ci si dirige verso Ostia sulla Cristoforo Colombo. Il primo tratto è decisamente veloce, se si esclude una breve salita all’altezza dell’intersezione con la via Pontina. Quindi la pendenza si farà leggermente discendente fino al bivio per il comprensorio Torrino Mezzocammino.

Dopo poco, arriva il famoso punto critico che chi ha corso già la RomaOstia conosce, la temuta “Heart break Hill”! Si tratta della salita del Camping  lunga e impegnativa che si propone quasi a metà del percorso. 2,5 km con il 2-3% di pendenza fino all’incrocio con Via di Malafede, dove la salita di addolcisce e dopo il biviio di Via di Acilia diventa finalmente discesa per circa un chilometro

Da qui e per circa 5-6 km il percorso diventa un ossigenante rettilineo  pianeggiante, fin dopo alla Via di Villa di Plinio, dove a 2 km dalla fine inizia l’ultimo tratto impegnativo in leggera salita che vi farà al termine vedere il mare e piombare sulla mitica “Rotonda”!

Da qui manca davvero poco, 250 metri del Lungomare Lutazio Catulo da percorrere in andata verso Ostia e in ritorno, lato mare, per raggiungere tagliare il meritato traguardo al centro della Piazza!

A questo punto, con qualsiasi tempo, avete vinto davvero! Raccogliete la meritata medaglia e rifocillatevi che ve lo meritate!

UPDATE del lunedì: ecco la fotogallery dei nostri amici di Foto in Corsa!

di Lorenzo Sigillò

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.