Teatro dell’Opera. “Il Lago dei Cigni” di Benjamin Pech e il suadente lato oscuro di Čajkovskij

19 dicembre 2018 | commenti: Commenta per primo |

In occasione delle feste di Natale il Teatro dell’Opera inaugura la sua nuova stagione di Balletto con “Il Lago dei Cigni” di Benjamin Pech. Dal 28 dicembre 6 gennaio 2019.

Il Lago dei Cigni -® Corrado Maria Falsini

È stato presentato il primo titolo che aprirà la nuova stagione di balletto del Teatro dell’Opera di Roma. Stiamo parlando dell’immortale Il lago dei cigni del compositore russo Čajkovskij, una fiaba romantica percorsa dall’eterno conflitto tra Bene e Male, che sarà in scena al Teatro Costanzi da venerdì 28 dicembre 2018 a domenica 6 gennaio 2019.

La coreografia, da Marius Petipa e Lev Ivanov, è di Benjamin Pech – già étoile dell’Opéra di Parigi e Assistente alla Direzione del Ballo del Teatro dell’Opera di Roma – che ne ha dato una versione quasi shakespeariana, di amicizia e tradimenti.

E mentre le note Čajkovskij sono affidate alla bacchetta del Direttore Nir Kabaretti, che dirige l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, per una rilettura molto speciale, tutta da scoprire, le luci sono firmate da Vinicio Cheli.

Scene e costumi, dal gusto fiabesco, sono frutto dell’allestimento del maestro Aldo Buti, che ha detto: “Ho voluto restituire all’allestimento la cifra del sogno, ambientando il balletto nella metà dell’Ottocento, con tessuti di crinolina all’insegna della fantasia. Però ho voluto anche inserire l’ambientazione del quadro “L’isola dei morti” di Böcklin, che enfatizza il senso del fiabesco, perché il balletto fa sognare e anche la scenografia deve far sognare”.

Benjamin Pech – Susanna Salvi prove Il Lago dei cigni di Benjamin Pech ® Yasuko Kageyama

Per quanto riguarda i ballerini in scena, il Sovrintendente Carlo Fuortes, durante la conferenza stampa, ha orgogliosamente dichiarato: “La Direttrice Eleonora Abbagnato ha coinvolto tutto il nostro corpo di ballo, le étoile, i primi ballerini, i solisti e ospiti straordinari.

Avremo Anna Nikulina e Semyon Chudin dal Teatro Bol’šoj e l’étoile dell’Opéra di Parigi Germain Louvet. Ci sono tutti gli ingredienti per un grande successo natalizio”.

E se le principal dancer del Teatro Bol’šoj di Mosca, Anna Nikulina e Semyon Chudin, saranno gli ospiti d’eccezione delle recite del 28, 29 e 31 dicembre 2018, il 4 e il 6 gennaio 2019 sarà la volta di Germain Louvet étoile de l’Opéra di Parigi, che ballerà con la prima ballerina Susanna Salvi.

L’étoile del Teatro dell’Opera di Roma Alessandra Amato ballerà con il primo ballerino Claudio Cocino (30 dicembre 2018, 3 e 5 gennaio 2019 ore 20.00). La recita pomeridiana del 5 gennaio sarà, invece, affidata ai solisti Marianna Suriano e Michele Satriano.

Particolarmente intrigante è il ruolo di Benno, amico del Principe Siegfried, interpretato dal primo ballerino Alessio Rezza, dal solista Giacomo Castellana, e dai ballerini Walter Maimone e Loïck Pireaux.

Alessandra Amato – Claudio Cocino prove de Il lago dei cigni di Benjamin Pech © Yasuko Kageyama

Pech, nel suo adattamento, ha eliminato il personaggio del mago Von Rothbart, colui il quale trasforma la principessa in cigno, per affidare questa parte oscura all’insospettabile compagno: “Benno ha una relazione ambigua col suo amico, che ricorda anche un po’ quella  del compositore Čajkovskij” e ancora “Ho lavorato 6 mesi per ricostruire la partitura coreografica e più ripenso a Benno e più mi viene in mente il personaggio di Jago nell’Otello”.

In occasione dell’inaugurazione della nuova stagione di balletto 2018-19 e della ricorrenza del bicentenario della nascita di Marius Petipa celebre coreografo francese, russo d’adozione, la Fondazione del Teatro dell’Opera di Roma organizza, nell’ambito del progetto I coreografi, i ballerini e noi, mercoledì 19 dicembre alle ore 18.00 presso il Foyer del primo piano del Teatro Costanzi un appuntamento speciale. Costo del biglietto € 5,00.

La studiosa Francesca Falcone introduce il lavoro coreografico di Benjamin Pech che, insieme ai solisti Marianna Suriano e Michele Satriano, propone brevi estratti di pantomima e di balletto dalla sua versione de Il lago dei cigni.

Gli estratti danzati  eseguiti dal vivo sono accompagnati al piano dal Maestro Valentina Baldassarre. A seguire Francesca Falcone presenta insieme all’autrice Valentina Bonelli il volume Marius Petipa, I Diari 1903 – 1907.

Informazioni, prenotazioni e iscrizioni alla mailing list al tel. 0648160312 -532-533;Fax 064872112, promozione.pubblico@operaroma.it; dipartimento.didattica@operaroma.it

Annunciata in conferenza stampa anche la partnership della Scuola di danza del Teatro dell’Opera, diretta da Laura Comi con la Linkem l’azienda italiana del settore delle telecomunicazioni che finanzierà 10 borse di studio per gli studenti più meritevoli.

Alla prima rappresentazione di venerdì 28 dicembre 2018 (ore 20.00), seguiranno le repliche di: sabato 29 dicembre (ore 18.00); domenica 30 dicembre (ore 16.30); lunedì 31 dicembre (ore 18.00); giovedì 3 gennaio 2019 (ore 20.00); venerdì 4 gennaio (ore 20.00); sabato 5 gennaio (ore 15.00 – ore 20.00); domenica 6 gennaio (ore 16.30). Per info operaroma.it

di Barbara Donzella

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

DOMENICA CLASSICA. I matinée al Teatro Sala Umberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.