Un libro sospeso. Da Polla verso l’Europa.

28 giugno 2017 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Come un’apparente semplice iniziativa è invece ricca di significato e di spessore culturale.

Avete mai sentito parlare di ‘un libro sospeso’?

Si proprio così, come il caffè sospeso a Napoli, l’offerta di un caffè allo sconosciuto che non può permetterselo. Solo nella città partenopea potevano inventarselo.

Il sud terra generosa sforna gente generosa. E infatti ‘un libro sospeso’ nasce dall’iniziativa di un signore del sud, proprietario della Ex Libris Cafè di Polla, provincia di Salerno.

Michele Gentile (mai cognome più appropriato) nel lontano 2002 trasforma la sua cartolibreria in una libreria caffè. Da qui lancia una proposta ai suoi clienti: comprare un libro in più da donare alla scuola, al carcere, all’ospedale o a chi non può permetterselo.

Questa geniale idea partita in sordina si è diffusa attraverso i social. Nel marzo del 2014 la locandina dell’iniziativa (in collaborazione con la Tipografia Carucci) fino ad allora esposta solo nella libreria di Polla viene messa su Facebook.

un-libro-sospeso-vetrina

Dopo qualche giorno incredibilmente un signore entra in una libreria di Milano e chiede di poter acquistare ‘un libro in sospeso‘. Da lì parte un tam tam che fa scoprire l’iniziativa a molte altre librerie da nord a sud.  Aderiscono in molti e cominciano a chiedere a Gentile il permesso di esporre la locandina in vetrina.

I big

Tale il successo che arriva addirittura ad essere promossa dal circuito Feltrinelli. Il colosso lancia una campagna a tempo determinato, dal 23 aprile al 5 maggio 2014. Ebbe grande successo ma  purtroppo non venne più ripetuta. Anche l’Associazione Italiana Editori con la campagna #ioleggoperchè, 3° edizione il prossimo ottobre, sposa il progetto. Speriamo che continuino a sostenerlo.

un-libro-sospeso-io-leggo-perche

La voce circola ed esce anche dai confini nazionali. SparkNews, il progetto di un gruppo di giornalisti francesi che pubblica ogni anno le 100 buone idee che possono rendere il mondo migliore, annovera ‘un libro sospeso‘ tra queste.

Il riconoscimento internazionale lo porta a sviluppare un’idea anche per l’estero, destinata per ora solo all’Europa. L’intento è quello di portare il libro sia ai soggetti singoli che alle Associazioni e Istituti culturali all’estero.

sospeso-nel-mondo

Michele Gentile non si aspetta alcun riconoscimento, nè complimenti e congratulazioni. Fortunatamente è un uomo che va per la sua strada, una strada fatta di cultura e di diffusione della cultura.

La sua missione continua anche senza il beneplacido di istituzioni e imprese.

un-libro-sospeso-polla

Tale è il suo entusiasmo che ci sono altre iniziative che sta portando avanti sul territorio.

Tra queste il Bookbus-libro sospeso che, come descritto sulla pagina facebook del gruppo, è la culla di un progetto, che porterà il libro e la lettura ad essere ombra per chi li ama, ed è disposto a condividerne sfide alternative, superando vecchi sistemi statici e monotoni.

Il pullman della tratta Salerno-Roma di proprietà dell’imprenditore campano Peppe Curcio diventa una libreria viaggiante. Oltre la possibilità di avere a disposizione libri da leggere durante il viaggio. Lo scopo è quello di non alimentare l’uso di telefonini e tablet. I viaggiatori inoltre possono partecipare a presentazioni di libri con autore a bordo, i ‘Viaggi con l’autore’. Ad oggi contano 30 presentazioni.

Questa iniziativa ha una doppia valenza: far circolare la cultura e dare spazio a quella meno visibile sui banchi delle librerie, ai poeti e agli autori cosidetti ‘minori’ ma che di minore non hanno nulla.

Altra importante iniziativa che andrebbe replicata ovunque è quella di ‘NON Rifiutiamoci’, la libreria del riciclo. L’Ex Libris Cafè di Polla propone uno scambio nel massimo rispetto dell’ambiente, favorendo la lettura in ogni sua forma.

‘Porta in libreria ferro, rame, alluminio e ottone ed avrai l’equivalente in libri’

non-rifiutiamoci

Coinvolgendo le scuole primarie di primo e secondo grado di Polla e la Ditta Metalfer, Michele Gentile ha creato uno strumento di riciclo e di cultura a 360°. Con il sostegno delle strutture scolastiche e dei docenti i bambini hanno raccolto tutti i rifiuti metallici durante l’anno scolastico.

La Metalfer ha poi preso in consegna il materiale ed effettuato la relativa pesa.

La libreria ha successivamente donato alla scuola i libri equivalenti al peso.

Michele non aspetta riconoscimenti ma lancia un appello:

che i suoi colleghi facciano rete, una rete di librerie che possano dare un grande aiuto alla diffusione della lettura, che possano lanciare un sasso in un mare di inerzia.

Grazie Michele Gentile.

Se siete ulteriormente curiosi potete visitare le seguenti pagine, oltre alle pagine Facebook delle iniziative su citate.

http://www.letteratura.rai.it/articoli/il-libro-sospeso-un%E2%80%99iniziativa-speciale/24606/default.aspx

 

http://www.corriere.it/scuola/medie/14_aprile_29/caffe-libro-sospeso-napoli-polla-salerno-feltrinelli-0948b9f4-cf7d-11e3-bf7e-201ea72c5359.shtml

 

http://impactjournalismday.com/story/spreading-the-words-or-how-book-buying-became-an-act-of-generosity-source/

 

http://www.lemonde.fr/impact-journalism-day/article/2014/09/22/un-fil-a-la-page_4492209_3432283.html

 

http://www.alhayat.com/Articles/4674169

 

a cura di Cristina Anichini

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.